Recensioni

Miss Alabama e la casa dei sogni di Fannie Flagg- Recensioni

14 Ottobre 2019
Fannie Flagg

Fannie Flagg e il suo Miss Alabama e la casa dei sogni. Un libro tutto al femminile piacevole e leggero.

Quando ho acquistato Miss Alabama e la casa dei sogni di Fannie Flagg non avevo le idee molto chiare su cosa volessi leggere. Non avendo mai letto nulla di questa autrice molto nota volevo partire da un libro che non fosse il più famoso, Pomodori verdi fritti.

Miss Alabama e la casa dei sogni di Fannie Flagg- Recensioni

Maggie Fortenberry è la protagonista di questa storia. Una bellissima donna single, ex Miss Alabama, agente immobiliare di successo a Birmingham (siamo negli Stati Uniti) alla soglia dei sessant’anni.

Una bella casa, un lavoro che le calza a pennello oltre ad ottime colleghe, a Maggie sembra non mancare nulla.

E’ una persona tenera, composta, sempre elegante e attenta a misurare le parole fin quasi alla paranoia.

Maggie cerca di essere gentile con tutti. Si arrabbia difficilmente e non ha alcuna intenzione di pesare sulla vita di nessuno ma i guidizi degli altri quanto le pesano. Questa attitudine piena di grazia e gentilezza ai limiti del paradosso nasconde una personalità molto insicura. Maggie cerca protezione ma è poco incline a lasciarsi andare. Così a quasi sessant’anni si ritrova sola e depressa tanto da arrivare a maturare la consapevolezza di non aver nulla per cui valga la pena vivere. Decide quindi di farla finita.

Escogita un piano, di cui lei stessa si stupisce tanta è l’arguzia. Morirà lasciandosi annegare in un fiume senza dir nulla a nessuno ma soprattutto senza dar noie ad amici e parenti. I progetti di morte di Maggie però si intrecciano ogni volta con una serie di rocamboleschi e spassosi eventi che fanno saltare tutto.

Intorno a Maggie ruotano altri personaggi, per lo più femminili, dal carattere bizzarro ed energico che per questo emergono con molta più decisione della protagonista. Troviamo quindi Brenda, collega e amica di Maggie. Una donna che ‘fa a botte’ con la bilancia e frequenta gruppi di persone in sovrappeso per scoraggiare la sua perenne fame. Questo però è l’aspetto meno rilevante della sua personalità. Brenda infatti è una donna di colore che ha sofferto a causa della discriminazione razziale. Nonostante tutto è però decisa a concorrere per diventare sindaco di Birmingham.

Hazel è un’altra donna figura chiave della storia. E’ il capo di Maggie e Brenda. Una donna di successo e con una grande fiuto per gli affari che riesce a trasformare la sua diversità in un punto di incredibile forza. Hazel è affetta da nanismo ma la sua statura è inversamente proporzionale alla sorprendente carica di energia, positività e ottimismo che sprigiona.

Non mancano i personaggi negativi come Babs ‘la belva’. Un’ agente immobiliare spietata e senza scrupolo alcuno che pur di fare affari passerebbe sui cadaveri.

Nel complesso ho trovato questo libro gradevole nonostante abbia tentennato nella lettura. Se restiamo in superficie la storia non è sensazionale e la protagonista non va oltre la tenerezza. C’è qualcosa però di molto più profondo dentro questa storia.

In questo libro tutto al femminile Fannie Flagg ci dice ‘donne siete molto di più dell’immagine che vi restituisce lo specchio’.

E’ vero accidenti! Non dobbiamo essere schiave delle apperenze, dobbiamo noi per prime lottare contro gli stereotipi. Possiamo essere brave e belle persone, come Maggie, senza però subire la vita per paura di inciampare. Gli scivoloni e le cadute di stile ci stanno anzi ben vengano. Bisogna lottare per i propri diritti come insegna la buona Brenda e sfidare i pregiudizi. Trasformare ciò che ci rende deboli in un’arma come mostra Hazel, l’angelo custode delle protagoniste.


Titolo: Miss Alabama e la casa dei sogni

pp 396 – € 10,00

Autrice: Fannie Flagg

Casa Editrice: Rizzoli

Leave a comment