Recensioni

Revolutionary Road – Richard Yates

25 Settembre 2018

La vita scorre placida nei quartieri suburbani di New York. Le villette a schiera del complesso residenziale di Revolutionary Hill, si stagliano così perfette sull’orizzonte. Sono gli anni ’50 e le famiglie della piccola borghesia americana scelgono la tranquillità delle zone periferiche invece della babele newyorkese.
Anche Frank e April Wheeler adottano lo stile di vita tipico della middle-class sebbene amino sentirsi anticonformisti.
Frank è impiegato in una società che produce calcolatori elettronici, lavoro che eredita da suo padre. April invece fa la casalinga e si occupa dei bambini. A dire la verità lui odia il suo lavoro, solo un espediente per tirare avanti.
Lei ha un sogno, fare l’attrice. Si mette alla prova in spettacoli teatrali con una piccola compagnia ma senza ottenere il bramato successo.

A dire la verità sono un pò bizzarri i coniugi Wheeler per i gusti della perfettina signora Givings, agente immobiliare e vicina ficcanaso logorroica.
April non rispecchia lo stereotipo della casalinga anni ’50. La casa è piuttosto disordinata e lei non ci si muove disinvolta. Frank è infelice e avvezzo a bere Martini come del resto anche April. Infatti inizia ad emergere prorompente l’incoerenza delle loro esistenze. Non amano la vita che fanno e si annoiano tremendamente. I loro vicini rappresentano ciò a cui proprio non vorrebbero assomigliare.

April ha un piano ambizioso, trasfersi in Europa e ricominciare.

Si sentono diversi i Wheeler. Aspirano ad una vita brillante e di successo, ma cosa faranno per cambiare le cose? E soprattutto, sono davvero così diversi dagli altri come credono?

Per di più una serie di eventi farà precipitare la situazione. Dubbi, entusiasmo, ripensamenti, slanci di esaltazione e di nuovo crisi sino a giungere col fiato sospeso ad un finale dal lieto fine improbabile.

Amo Richard Yates e Revolutionay Road è uno dei miei romanzi preferiti. Yates non si può definire di certo consolatorio ma è così profondamente autentico che come fai a non amarlo?

Si parla di vita vera dentro i suoi romanzi. I suoi personaggi li viviamo tutti i giorni infatti siamo noi, sono i nostri vicini, parenti, colleghi.
Revolutionary Road è un romanzo sapientemente scritto. E’ intenso e appassionante.

In particolare Yates sorprende nel delineare i profili psicologici dei suoi personaggi. A dispetto di una struttura base più o meno scontata (coppia frustrata, l’insoddisfazione di una vita poco movimentata, la routine, le responsabilità quotidiane ecc), ci serve uno spaccato della società americana degli anni ’50.

Io l’ho letteralmente divorato in un fine settimana!
Consiglio sempre Yates perché nonostante non sia un propagatore di gioia aiuta a confrontarsi con gli anfratti
della propria esistenza.


Revolutionary Road
pp 457 – €12
Autore: Richard Yates
Casa Editrice: Minimux Fax

Comments

  1. adriano

    14 Febbraio 2019 at 12:13 Rispondi

    Un gran bel libro, passano gli anni, cambiano le generazioni ma la società cambia solo apparentemente: Yates dopo mezzo secolo è più attuale che mai.

    Bellissima recensione! Grazie di aver creato uno spazio per poter , nel nostro io più profondo, rimanere vivi!

    🙂

    1. Redazione

      14 Febbraio 2019 at 22:13 Rispondi

      Grazie a te del commento, hai ragione Yates è sempre attuale. Grandissimo autore!

Leave a comment