Lifestyle

Perché leggere libri fa bene (secondo la scienza)

3 Ottobre 2019
Perché leggere libri fa bene (secondo la scienza)

Ti sei mai chiesto perché leggere libri fa bene? Da quando è stata inventata la stampa, i libri hanno ricoperto un ruolo essenziale nelle nostre vite. Snapreads ha stilato una lista di motivi, secondo la scienza, per cui dovresti leggere e anche parecchio.

I benefici della lettura sono scientificamente provati, non è un caso infatti che le persone di maggiore successo al mondo siano avidi lettori.

Vediamo quindi nel dettaglio i motivi, secondo la scienza, per cui dovresti leggere libri.

La lettura crea un ciclo di continuo miglioramento personale

Le persone che leggono di più generalmente sono quelle che vogliono migliorarsi attraverso il sapere dato dai libri in una prospettiva di continua crescita personale.

Si dice che l’imprenditore miliardario Elon Musk, proprietario di SpaceX (la più grande organizzazione privata di esplorazione spaziale), abbia imparato a costruire razzi leggendo libri.

Musk però non è il solo personaggio di grande successo a dovere molto alla lettura. Bill Gates, non credo ci sia bisogno di specificare chi sia, dice di leggere 50 libri l’anno mentre si dice che Warren Buffet, imprenditore ed economista americano, spenda l’80% della sua giornata a leggere libri. Mark Zuckerberg invece si limita ad un libro ogni due settimane.

Alla luce di tutto questo si può dire che se vuoi migliorarti e accrescere il tuo sapere nel corso della tua vita leggere tanto sembra essere davvero una soluzione e neanche troppo onerosa.

La lettura stimola la creatività

contatti-libri-da-leggere

Leggere apre le porte della mente e le possibilità sono infinite.

Il numero incredibile di storie che i libri offrono pone il lettore di fronte punti di vista sempre diversi oltre che davanti alla possibilità di leggere generi molto diversi tra loro.

La lettura incoraggia ad usare l’immaginazione attraverso l’interpretazione delle parole. La mente è portata automaticamente a creare delle immagini.

In questo modo la tua capacità d’immaginazione cresce dando un grande stimolo alla parte creativa. La creatività porta con sè idee nuove, talvolta brillanti, che possono trasformarsi in opportunità, che ti svoltano la vita.

Leggere potrebbe allungarti la vita

I lettori forti oltre ad essere tendenzialmente persone di successo sono anche quelle che vivono più a lungo.

Una ricerca diretta dall’Università di Yale indica che gli individui che leggono più o meno mezz’ora al giorno tendono a vivere circa due anni di più dei loro coetanei.

In questi studi non sono considerate riviste e giornali ma solo i libri per via della lunghezza, del contenuto e del coinvolgimento che generano.

Quindi se vuoi vivere un paio di anni in più rispetto ai tuoi coetanei non ti resta che dedicarti alla lettura di un libro per almeno 30 minuti al giorno.

Potresti iniziare leggendo libri brevi. C’è la possibilità che l’esperienza dei 30 minuti al giorno dedicati alla lettura sia così piacevole che alla fine diventeranno ore.

E’ stato scoperto inoltre che i benefici tratti dalla lettura di saggi piuttosto che di libri di narrativa sono maggiori. Inoltre leggere è un’attività molto rilassante che può aiutare anche a riposare meglio durante la notte aumentando il senso di benessere nel corso della giornata.

Tutto questi fattori legati tra loro migliorano la salute ed ecco il motivo per cui chi legge assiduamente statisticamente tende a vivere più a lungo.

Conclusioni…

Sebbene la lettura sia tra le cose che fanno meglio alla mente comunque la maggior parte delle persone non trova il tempo per dedicarsi ai libri durante la giornata.

E’ difficile leggere 500 pagine al giorno come Warren Buffet o 50 libri in un anno come Bill Gates con le nostre routine giornaliere ma se è vero che mezz’ora di lettura al giorno allunghi la vita allora vale la pena provarci!

Perché leggere fa bene?

Leave a comment